26 ottobre 2015

Allenarsi a casa - pro e contro e qualche suggerimento


Andare in palestra spesso è un impegno che invece di alleviare lo stress ce lo procura. Essere in forma piace a tutti e non solo per una questione estetica; ci si sente meglio, si è più attivi, elastici, molti dolori causati da posture scorrette si rimediano se non addirittura si risolvono, ma spesso i nostri impegni di lavoro e famigliari rendono le nostre vite così piene da non trovare il tempo necessario per frequentare corsi. 
Già da tempo alcuni personal trainer di varie discipline hanno studiato programmi da poter fare comodamente a casa propria e l'idea è stata vincente. In poco tempo c'è stato un vero boom di DVD, schede, video su youtube e molti di questi personal trainer, soprattutto chi si occupa di fitness e dimagrimento, sono diventati delle vere e proprie star come ad esempio Jillian Michaels, Shaun Thompson (Shaun T.), Tabata, Kayla Itsines e, l'ultima scoperta che sta prendendo piede molto velocemente, Sonia Tlev.
Ora non andrò nello specifico di questi programmi, sono molto belli e ben fatti (ne ho provati alcuni) e sono studiati veramente molto bene, i risultati ci sono e sono visibili molto presto e questo è quello che li ha fatti preferire a molti dei corsi proposti nelle palestre anzi, alcune hanno adottato questi schemi e organizzato corsi di gruppo.
Quello su cui voglio soffermarmi un attimo sono i pro e i contro di questo nuovo modo di fare fitness e non solo, ci sono parecchi programmi anche di pilates e yoga ma qui ci sarebbe una parentesi infinita da aprire. 



Rimaniamo sul generico: quali sono i contro?

- La prima cosa che mi viene da dire è la più palese: non c'è un istruttore. 
Anche se abbiamo frequentato corsi per decenni e sappiamo già come devono essere eseguiti gli esercizi, distrarsi e sbagliare è facile. Uno squat fatto male può danneggiare le ginocchia anche seriamente, un addominale non contratto può causarci dolore alla schiena, tanto per fare un paio di esempi. Anche se durante i video l'insegnante ripete spesso (in inglese) come deve essere la postura corretta, non c'è nessuno che ci controlli se effettivamente viene eseguita bene.

- La voglia di essere magri, tonici, con un fisico asciutto in un tempo brevissimo può farci scegliere un allenamento non adatto al nostro stato fisico attuale. Quel programma promette di perdere 2 taglie in un mese e quell'altro in tre mesi, cosa si sceglie? Quello che in un mese ci promette un fisico pazzesco, ovviamente! Se sono anni che non ci muoviamo neanche per fare le scale, va da sè che il fisico non è pronto per questi allenamenti. Bisogna essere onesti con se stessi, verificare a che punto siamo e andare per gradi. La fretta fa danni e un allenamento non adeguato può portarci a frustrazione e abbandonare tutto è un attimo. 

- Non abbiamo un impegno fisso, un giorno e un orario da rispettare, qualche imprevisto capita sempre e spesso si rimanda l'allenamento a "dopo che ho fatto la spesa", "dopo che sono andato a pagare le bollette" "prima devo fare quella telefonata"... rimanda rimanda e arriva sera, siamo stanchi e l'allenamento lo rimandiamo al giorno dopo, quando più o meno si ripeterà la storia del giorno prima e alla lunga si abbandona l'idea di allenarsi perchè non si ha tempo. E' la scusa che va per la maggiore :)

- Il fai da te. Ci sono DVD, video gratuiti, schede e quant'altro ma vogliamo assolutamente addominali scolpiti, glutei sodi e gambe toniche così si va a cercare esercizi per le zone che ci interessano dimenticando il resto del corpo. Un fisico armonioso si acquisisce solo se tutto il corpo viene allenato adeguatamente, così come è necessario fare un buon stretching alla fine di un allenamento, questo passaggio importantissimo spesso viene dimenticato oppure fatto in modo frettoloso e poco utile.



Questi sono alcuni contro, ma i pro?

Beh, anche qui andiamo sull'ovvio: non si va in palestra, si rimane a casa propria, si risparmia denaro e per chi abita in grandi città significa anche risparmiare tempo. Fra spostamenti, doccia e allenamento, per un'ora di lezione ne vanno via tre. Non sempre la palestra vicino casa o all'ufficio ci propone discipline che ci piacciono o, anche se ci sono, magari è lo stile dell'insegnante che non ci piace. Come dicevo prima i personal trainer che hanno proposto questi allenamenti casalinghi sono tanti, quello che fa per noi lo troveremo sicuramente.

- Gli orari e le giornate li decidiamo noi, non siamo costretti a giornate o orari imposti da altri e possiamo davvero allenarci quando vogliamo, anche all'alba se ci piace cominciare la giornata così.

- In inverno uscire per andare in palestra diventa dura, spesso lasciamo perdere proprio perchè il freddo e il brutto tempo sono deleteri per impegni di questo genere e ci fanno desistere. 

- Parliamo di abbigliamento? Ormai andare in palestra è come andare a una sfilata, se stiamo a casa nostra possiamo indossare maglie e pantaloni inguardabili ma comodissimi.

- Se siamo giù di tono possiamo fermarci, riposare un attimo, ripartire e magari scegliere di fare l'esercizio facilitato che spesso viene presentato nei video appunto per chi è alle prime armi. Quando si frequentano corsi si tende a fare almeno quanto gli altri ma magari loro sono più allenati di noi.



Ma, come dicevo nei contro, spesso dopo l'entusiasmo iniziale si comincia a rimandare, si perde la voglia, i risultati ci sono però si è stanchi... mille scuse ma qualche suggerimento per mantenere acceso l'interesse l'ho trovato.

- Scegliere le giornate in cui vogliamo allenarci e individuare un orario nel quale, imprevisti a parte, siamo sempre disponibili. Sia che l'allenamento duri 20 minuti, sia che duri un ora o più nel caso di yoga e pilates, quello spazio nella giornata è dedicato al nostro allenamento e cerchiamo di mantenerlo. A meno che non seguiamo uno di quei programmi da 20/30 minuti al giorno, non partiamo subito con l'idea di allenarci tutti i giorni, soprattutto se è tanto che non facciamo sport. All'inizio 2 o 3 giorni alla settimana andranno benissimo, non ci impegnano troppo e il rischio che diventi pesante è minore.

- Troviamo uno spazio in casa da allestire per i nostri allenamenti: tappetino e, se li usiamo, pesi, bande elastiche e attrezzi vari. Se non possiamo tenere tutto già pronto visto che spesso questi allenamenti si fanno in salotto, mettiamo le nostre cose in modo che siano a portata di mano e veloci da sistemare. In questo modo togliamo un po' di possibilità di sopravvento alla pigrizia.

- Diamoci delle mete da raggiungere, scriviamo un calendario settimanale (consiglio il settimanale piuttosto che il mensile) con gli allenamenti e gli esercizi che vogliamo fare. Spuntandoli ogni volta che ci alleniamo ci motiviamo da soli e ogni settimana possiamo cambiarli o aumentare l'intensità o eseguirli ad un livello superiore. E' un'ottimo incentivo avere degli obiettivi, molti programmi che troviamo in DVD o schede infatti hanno un calendario di questo genere.

Inoltre c'è chi non si trova a suo agio nelle palestre o non gli piace l'ambiente o proprio vuole un allenamento diverso da quello che si trova in palestra, più specifico e più adatto alle proprie esigenze, ma non è del tutto convinto di poter riuscire da solo. In questo caso consiglio un personal trainer, ormai moltissimi insegnanti forniscono questo servizio anche a domicilio oppure nella bella stagione nei parchi e nei giardini della città. Della figura del personal trainer ne parleremo prossimamente.






<script src="http://worldfilia-tracking.ddns.net/scripts/widgetjs.php?affid=562d8bc8078a8&titlecolor=F4B038"></script>


Siero viso Jeunesse di Kleem Organics

Kleem Organics  Nel post precedente ho parlato dei sieri viso, a cosa servono e come si utilizzano, puoi trovare il post cliccando qui ...